Blog

Corse automobilistiche Pescara

Pescara è divenuta famosa nel mondo delle corse automobilistiche per la Coppa Acerbo, la Targa Abruzzo, il Gran Premio di Pescara (mondiale di f.1 nel '57).

Dal 1924 al 1961 si è parlato di una corsa fantastica, estremamente impegnativa, che ha visto al via le maggiori case automobilistiche ed i migliori piloti. Nella settimana di ferragosto, ogni anno, la città tornava alla ribalta, dai treni speciali organizzati dal regime, alle migliaia di veicoli che giungevano da ogni dove e senza il beneficio delle autostrade, un pubblico che superava le 150.000 unità, e la città si addobbava a festa.

Ed in effetti era squisita e calorosa l'accoglienza, le migliori famiglie gareggiavano fra loro per dare ospitalità ai personaggi più prestigiosi, dal Principe di Piemonte al Duca delle Puglie, da Starace a Balbo, tutti invitati dal barone Acerbo, dal marchese Farina, dai De Landerseth, e tanti altri anche semplici borghesi che organizzavano feste prestigiose.

L'ospitalità era data occasionalmente dalle famiglie dei residenti stante la insufficiente capacità degli alberghi presenti, poi nel dopo guerra con il supporto del ministro Spataro, del sindaco Chiola, dell'Automobil Club,ancora eventi prestigiosi a far da contorno. Intere famiglie sin dall'alba,per evitare le difficoltà conseguenti alla sua chiusura (era stadale), sedie a sdraio ed ombrelloni, come gelatai e venditori di angurie, che stante la calura facevano affari d'oro.

Era la festa non solo dei pescaresi ma degli abruzzesi e degli appassioanti che accorrevano da tutta la penisola. Il direttore di corsa era Castagneto, il mitico direttore della MIlle Miglia, ed anche lui come tutti accomunati da un'unica passione.