Blog

Mauro Giansante vince il Circuito di Pescara 2016

Mauro Giansante si aggiudica il Circuito di Pescara 2016. Considerato uno dei top driver d'Italia nel campo della regolarità, l'avvocato pescarese ha trionfato alla guida della sua Ermini Sport del 1946 con a fianco il navigatore Giangaleazzo Riario Sforza. Alle sue spalle un altro pescarese come Sandro Brozzetti a bordo di una OM 665 SSMM del 1930, con a fianco un nome importante come Francesco Nuvolari, nipote del grande Tazio. A chiudere il podio una Maserati A6 GCS del 1954 dell'equipaggio bresciano formato da Mario Boglioli ed Enrica Pezzia. Quarto posto per il foggiano Marcello De Vivo (Talbot Ten Sport), a seguire Luigi Olivieri con Alfa Romeo 1750 Sport da San Benedetto del Tronto. Il premio per l'equipaggio femminile è andato a Maria Teresa Sfoglia (Jaguar XK 140), mentre i premi di categoria a Brozzetti, Giansante, De Vivo e Taglia. Al di là comunque dei premi è stata una tre giorni il cui bilancio finale si chiude senza dubbio in positivo. Oltre quaranta le auto iscritte, tutte di grande prestigio, sportive, costruiti entro il 1961, provenienti da ogni parte d'Italia. Un programma importante, fatto di tre tappe assai competitive che hanno toccato diversi punti della zona. Gli oltre 145 chilomentri della prima giornata che hanno portato la carovana sino alle splendide montagne del Parco Majella. Il momento clou del circuito notturno, in pieno centro, con tantissimi assiepati dietro le transenne ad ammirare i gioielli a quattro ruote con a bordo anche ospiti d'eccezione; la madrina Margherita Freddi Bandini, moglie del compianto Lorenzo Bandini pilota Ferrari, ultimo vincitore a Pescara, scomparso nel 1967 al Gp di Montecarlo, il testimonial Jarno Trulli ex pilota di Formula Uno ed una leggenda dello sport come Sara Simeoni. "Siamo davvero contenti di come sono andate le cose" conferma il Presidente dell'Old Motors Club Abruzzo Fabio Di Pasquale " sono stati tre giorni intensi, duri, ma devo dire che le nostre fatiche sono state ampiamente ripagate dall'entusiasmo della gente che abbiamo trovato anche lungo le strade e dei partecipanti che hanno potuto ammirare le bellezze del nostro territorio. Siamo partiti con l'obiettivo di far rivivere emozioni legate ad una tradizione storica che ha fatto nascere e crescere Pescara e speriamo di esserci riusciti". Nella terza ed ultima tappa di oggi è stato ripercorso l'originale Circuito di Pescara con partenza da Piazza Duca degli Abruzzi e passaggi a Spoltore, Cappelle sul Tavo, Montesilvano con l'inserimento di Loreto Aprutino dove i concorrenti sono stati accolti in piazza, con doni della gente del posto. Il rientro a Pescara in Piazza Salotto per la premiazione e l'arrivederci alla prossima edizione.