Blog

Presentato il Circuito di Pescara 2016

Grande entusiasmo e partecipazione questa mattina all'interno della Sala Blu della Regione Abruzzo dove si ufficialmente alzato il sipario sul Circuito di Pescara. Senza dubbio uno degli appuntamenti di maggior valore dell'estate 2016; oltre 40 vetture, categoria sport fino al 1961, provenienti da ogni parte d'Italia e dall'estero, vista la presenza di un equipaggio inglese,che faranno rivivere le pagine storiche della tradizione automobilistica pescarese ed abruzzese. "Per noi dell'Old Motors è un grande onore poter riproporre questa manifestazione che in passato ha visto la presenza su queste strade di piloti del calibro di Ferrari, Fangio, Nuvolari, Ascari e così via" ha sottolineato il presidente Fabio Di Pasquale. "Ogni volta che vado in giro, soprattutto all'estero, sento ricordi legati al passato automobilistico del nostro territorio". Una tre giorni, 8/9/10 luglio in cui la centralissima P.zza Salotto farà da "garage"per autentici gioielli che si cimenteranno, con gare di regolarità, arrivando fino alla Majella attraversando i Comuni di Montesilvano, Loreto Aprutino, Cappelle sul Tavo e Spoltore. Un grande appuntamento come ribadito dalla Regione Abruzzo rappresentata in conferenza dal Direttore Generale Avv. Cristina Gerardis e dal Comune di Pescara presente con l'Assessore Dott. Giuliano Diodati. Testimonial sarà l'ex pilota di Formula Uno Jarno Trulli. " Molti insistono sul Nurburgring, ma io smentisco sempre perchè è il Circuito di Pescara ad essere il più lungo con i suoi 25 km. L'Abruzzo è una terra da sempre legata ai motori che ha anche dato i natali a diversi piloti. Sono davvero orgoglioso che si riproponga questa manifestazione in cui finalmente riuscirò ad essere tra i partecipanti". Il momento clou del programma sarà il circuito cittadino notturno di sabato (ore 21.30) che sarà inaugurato dal main sponsor Barbuscia. Anche in questo caso prove di regolarità con vetture esclusive, ancora "svelate", fornite per l'occasione direttamente da Mercedes Italia. Se il testimonial sarà Jarno Trulli, di certo non poteva mancare un ruolo di madrina affidato a Margherita Bandini, moglie dell'indimenticato Lorenzo, scomparso a Montecarlo nel 1967, ultimo vincitore a Pescara nel 1961. La conferenza stampa si è poi chiusa con il classico colpo a sorpresa con Jarno Trulli che ha tolto il velo sul trofeo, realizzato da Silvano Rossi, che sarà assegnato a chi si aggiudicherà per tre volte il Circuito di Pescara.